Cibo, commerci, trasporti e reati

Le fonti principali di sussistenza alimentare dell'impero sono i prodotto ittici e le importazioni dalle isole agricole volanti. Ogni città volante è circondata da più isole agricole di proprietà delle famiglie nobiliari e di ricchi borghesi.La flotta di pescherecci di Ninphea (la capitale) lavora tutta la notte per assicurare ai suoi cittadini il cibo necessario alla sua sopravvivenza, mentre le città imperiali elfiche hanno pesce pescato direttamente dagli alleati elfi marini. I prodotti ittici sono comuni a basso prezzo e si trovano in tutte le tavole apparecchiate della città. Invece i prodotti di importazione sono la carne, la farina, la frutta e la verdura, sono considerati cibo da ricchi e difficilmente accessibili a tutti.
I tetti delle città ospitano orti pensili per permettere la coltivazione di verdura e qualche gallina e solo le famiglie nobili e i borghesi più ricche si possono permettere di non averne. La popolazione lavora molto e sodo per permettersi di acquistare del cibo diverso dal pesce. Alcuni alimenti, come il pane, la frutta e la verdura, sono in parte pagati con le tasse, per mantenere il prezzo abbordabile ai cittadini. La carne invece ha prezzi molto alti.
Anche cucinare gli alimenti è un lusso a causa della scarsità del legno, esistono dei forni comuni alimentati da elementali del fuoco che permettono ai cittadini di cucinare le pietanze, mentre i nobili hanno i loro forni privati. Ogni casa è dotato di un camino a legna per la cottura o il riscaldamento però usarlo è un lusso che si possono permettere in pochi, fortunatamente le città imperiali volano in una zona climatica mite e solo di rado salgono molto in alto.

MATERIALI PER LA COSTRUZIONE
Oltre al reperimento del cibo, uno dei principali problemi delle città imperiali è il reperimento delle materie prime adatte alla costruzione di nuovi edifici, utensili ecc. C'è molta scarsità di legno utilizzato soprattutto per cucinare(un lusso), per la lavorazione del ferro, ecc. Il legno vale molto, il carbone moltissimo ma oramai di quest'ultimo ne esiste poco. Le isole agricole producono legna ma non abbastanza. Il commercio del legno è molto proficuo e così pure i pirati a caccia di legno. Le città dell'impero organizzano incursioni armate nei territori sulla superficie ancora emersi per procurarsi legno (in alcune casi alcune città galleggianti di legno umanoidi sono state attaccate per il legno delle loro imbarcazioni). In altri casi riescono a commerciare legno con alcuni territori di giganti del gelo. I territori più boscosi sono però in mano agli elfi selvaggi e l'impero non ha ancora trovato il sistema per sbarazzarsene e conquistare quei territori.
Materiali inerti come sabbia, terra, mattoni, blocchi di pietra sono molto rari ed ogni città gestische il riciclo dei materili utili a nuove abitazioni. In generale vale una regola, chi ristruttura ricicla i suoi materiali, in molti casi si ristruttura per fare qualcosa di più semplice e i materiali inerti in eccedenza vengono venduti. Se pensate quindi di trovare edifici favolosi e atmosfere da fiaba vi sbagliate di grosso...vivere in cielo è una continua lotta con la sopravvivenza. Gli edifici dei cittadini stanno via via diventando sempre più semplici, grezzi e meno caratteristici. La prima cosa a cui hanno tutti rinunciato sono stati i tetti per marmettere la costruzione degli orti pensili, orti che tuttavia necessitano di una continua manutenzione. In generale nei quartieri popolari si ha una strana sensazione di decadimento.

MONETE, LINGOTTI E BANCHE
Il sistema monetario dell'impero è composto da monete, lingotti e banche.
Monete
Come tutte le monete hanno due facce, in un lato hanno impresso un disegno (la testa), nell'altro il simbolo araldico di Nimphea e la data di conio. Le monete in circolazione nell'impero sono coniate tutte nella zecca della capitale Nimphea e nella zecca della città elfica di Arborea.
Decimo: sulla testa ha disegnato la testa di un halfling.
E' una moneta di bronzo, il suo valore è pari ad un decimo del mercante. Sono gli spicci, le monetine che rimangono in fondo al borsello e che fanno volume.
Mercante: sulla testa ha disegnato la testa di un umano.
E' una moneta d'argento, di utilizzo comune, ed è la più diffusa. Per aiutarvi a fare un pò di conti, potete paragonare un mercante ad un euro.
Nobile: sulla testa ha disegnato la testa di un elfo.
E' una moneta d'oro, il suo valore è pari a 10 mercanti.
Nimphea: sulla testa ha disegnato una città volante.
E' una grossa moneta d'oro, il suo valore è pari a 10 nobili. E' stata coniata in occasione dell'alzata in volo di Nimphea la capitale dell'impero di Hicaro. Non ne esistono molte in circolazione.
Lingotti
I lingotti sono delle barrette di argento o di oro dalla forma di un piccolo parallelepipedo. In ogni città è possibile fondere l'oro e creare dei lingotti presso l'ufficio imperiale preposto. Ogni ufficio ha un suo codice. Sul dorso ogni lingotto ha inciso il suo valore (standard), la data di conio, un numero di serie giornaliero ed un numero identificativo dell'ufficio. Non è possibile fondere monete d'argento o d'oro, ma solo oro e argento non trattato o gioielli.
Bastone: Barra d'argento dal valore di 10 nobili, di fatto ha lo stesso valore della Nimphea ma è più ingombrante. E' quasi caduta in disuso con Hicaro, ma molte famiglie nobili o borghesi ancora hanno scorte di questi "bastoni" e l'argento rimane pur sempre un metallo diffuso.
Mattone: Barra d'oro dal valore di 100 nobili.
banche
Ogni banca dell'impero svolge i seguenti ruoli: Prestatore di denaro, custodia di denaro, cambia valuta ed infine Lettera di credito.
Prestatore di denaro e cambia valuta non penso abbia bisogno di spiegazioni.
La custodia di denaro è così regolata, ogni banca può emettere un titolo bancario di custodia nominale. I titoli sono magici per evitare le truffe e partono da un valore di 500 nobili e loro multipli. Ogni titolo può essere cambiato presso una banca della stessa corporazione solo dal suo legittimo possessore. In caso si voglia ritirare grandi somme si deve prima avvisare la propria corporazione.
Con le lettere di credito, la banca si impegna ad eseguire un pagamento al posto di chi possiede la lettera di credito, in pratica è un assegno. Le lettere di credito sono magiche e sono sempre create presso al corporazione che garantisce che la lettera di credito non sia scoperta. E' un sistema utilizzato dai mercanti per evitare di portare con sè grandi somme di denaro (per i bonifici ci stiamo ancora lavorando :-)

POSIZIONI GEOGRAFICHE DELLE CITTA'
Le posizioni delle città volanti non sono fisse. Ogni città può sollevarsi, abbassarsi o spostarsi di qualche km per evitare o cercare temporali (utili per l’acqua piovana e per dare una buona ripulita alle strade).
Le navi volanti che si spostano tra le città imperiali non conoscono l’esatta ubicazione della città, ma puntano verso un faro di riferimento visibile anche in pessime condizioni atmosferiche.
Raggiunto il faro, una apposita asta tracciante indica la direzione da seguire per raggiungere la città (questo non sempre è necessario, se la città è vicina al faro, le navi possono puntare al Molo direttamente).
Le 14 città ed innumerevoli isole agricole volanti che compongolo l'impero, mantengono tra di loro una disposizione fissa per agevolare gli spostamenti tra le città. Le città degli gnomi invece sono tutte vicine tra di loro ma seguono i venti pertanto non è sempre facile trovarle. Gli gnomi sopperiscono a questo inconveniente inviando spesso dispacci alle città imperiali vicine per informali della loro posizione.
Le città galleggianti dei regni minori e degli umanoidi di Elden vagano a seconda delle corrente marina cercando di tenersi lontani dalle zone pericolose ed abitatedai giganti del fuoco. Queste città di non eletti non facendo parte dell'impero sono prese in minore considerazione, anche se i mercanti puntano spesso anche a queste per scambiare merci e concludere nuovi affari. Per esempio tutto il ritrovamento di artifatti magici pre Hicaro è svolto dalle città galleggianti che tendono a posizionarsi sopra le antiche città, rovine, luoghi mistici per razziare quanto più possibile.
Gli unici punti fissi del mondo sono le terre ancora emerse in parte evitate e in parte cercate.

ATTRACCO ALLE CITTA' IMPERIALI
Solitamente ogni città imperiale ha almeno due moli (uno militare e uno commerciale) e numerosi moli privati minori.Tutte le navi in arrivo devono andare ad uno dei due Moli a seconda del loro trasporto e autorizzazione.
Ogni nave che si avvicina ad una città imperiale viene ispezionata dalle navi della marina militare e coloro che non lo fossero, devono attendere l’ispezione lontano dalla città 3 miglia marine. Le navi che non lo facessero rischiano di essere abbattute.
Le città dispongono di numerosi attracchi privati sotto le sue fondamenta, ma alle navi è vietato attraccare a questi porticcioli senza essersi prima registrati al Molo.
E’ vietato a tutte le navi, tranne a quelle militari della stessa città imperiale (ma anche in questo caso deve esservi un motivo valido), sorvolare la città ad una altezza inferiore alle 6 miglia marine (impresa quasi impossibile per le attuali navi).
Non vi sono trasporti civili organizzati tra le varie città volanti, ma coloro che desiderassero raggiungere una città o andare via da essa, devono chiedere e pagare il passaggio a qualche nave mercantile o mercanteggiare la propria presenza come scorta armata sempre che siate avventurieri.
Le isole agricole non sono comunemente accessibil senza una autorizzazione apposita rilasciata dalle famiglie nobili o borghesi proprietarie, cercare quindi di sbarcare in un'isola agricola senza permesso è un reato e i comuni trasporti mercantili non possono essere usati (vengono minuziosamente ispezionati ad ogni viaggio)

REATI E DETENZIONE
L'esigenza primarie di ogni cittadino è procurarsi il cibo e mettere da parte un pò di denaro per riparare la propria abitazione quando ve ne sarà bisogno. Sono solo i ricchi borghesi e gli Eletti che possono permettersi di avere altri pensieri e desideri. Gli avventurieri non avendo casa pensano solo ad accumulare il denaro per depositarlo in qualche banca, salvo poi non andare a ritirarlo in caso di morte. Il denaro ti permette di rimanere cittadino e non diventare servo e il cibo ti permette di sopravvivere queste sono le due cose principalmente a cuore a tutti ladri compresi. Seguono furti di polli, di uova, di verdura dagli orti pensili sono cose di ordinaria amministrazione. Aggiungiamo furti di materiali inerti, di legno anche se difficilmente occultabili e trasportabili senza una opportuna organizzazione.
La pirateria è abbastanza diffusa, si rubano le navi volanti e il loro carico (legna, sabbia, cibo). Anche i furti presso le isole agricole sono una piaga abbastanza comune.
Le pene sono variabili, se il ladro può permetterselo paga il doppio del prezzo del furto ed è libero. Se non può permetterselo nemmeno vendendo un pò della casa o chiedendo aiuto ai famigliari, rischia di diventare servo. I reati più gravi come l'omicidio, il furto organizzato e la pirateria vengono puniti con la detenzione in schiavitù nelle torri di sollevamento. Il lavoro giornaliero con l'Argon porta ad una prematura morte nel giro di qualche anno. La pena capitale è una misura straordinaria per reati contro l'impero finora mai applicata.