Dispositivi e navi volanti

Di seguito esporrò i principali dispositivi volanti che Hicaro utilizza, lasciando nomi propri e caratteristiche speciali agli articoli del blog.

Torri Di Sollevamento
Le torri di sollevamento sono le costruzioni che permettono alla maggioranza delle città volanti di volare.
Sono delle torri circolari strette e alte, dalla base rettangolare ed una piattaforma circolare in cima. Le torri sono rivestire di uno strano materiale, simile a metallo, ottenuto fondendo l’Argon, dal colore blu cobalto (leggi tutto sull'argon in questo post) e percorso da piccole scariche elettriche. Durante i temporali sono bersagliate dai fulmini ed offrono agli spettatori uno spettacolo affascinante.
Proprio a causa dei fulmini è vietato a chiunque di toccare o soggiornare e nei pressi delle torri.
Alemora (una delle città presentate in questo blog) possiede 2 torri di sollevamento, mentre Vertere ne ha 6. Le torri sono altamente protette e sorvegliare da guardie e maghi specializzati.
Al loro interno lavorano golem di argilla e prigionieri (non ci sono prigioni a Alemora, vi sono i lavori nelle torri di sollevamento), in quanto l’Argon è un materiale magico tossico che provoca la morte.
Proteggersi dall’Argon è possibile ma solo per brevi periodi terminati i quali si deve rinnovare la protezione magica (vedi lista dei rituali connessi all'argon).
In cima ad ogni torre vi è una piattaforma circolare raggiungibile da una apposita scala interna alle torri.
Sulle piattaforme sono collocate 2 sfere di sintonizzazione, che hanno il compito erogare magia e tenere la città volante stabile.
Nel caso una delle torri di sollevamento terminasse di funzionare o avesse un malfunzionamento, le altre torri, grazie alle sfere di sintonizzazione, si accorgerebbero del calo del flusso magico ed erogherebbero la magia mancante.
E' sufficiente una sola torre di sollevamento per far volare una grande città come Alemora, ma una seconda torre è necessaria per motivi di sicurezza.

Dispositivi ad aria calda
Mentre Umani ed elfi (le razze più evolute e dominanti) hanno costruito le loro città utilizzando il principio magico delle torri di sollevamento, gli gnomi hanno sviluppato una tecnologia magica alternativa, grandi aerostati pieni di aria calda generata dalla presenza di alcuni elementali del fuoco. Questi dispositivi hanno dimensioni variabili a seconda del peso che devono sostenere ed hanno bisogno di una continua manutenzione soprattutto per tappare fori o perdite dovute all'usura o incidenti. Gli gnomi hanno tuttavia trovato un sistema a loro modo di vedere economico e flessibile. Le grandi città gnomiche sono realizzate da un agglomerato variabile di dirigibili o case volanti, e possono cambiare forma o composizione a seconda delle esigenze o dei pericoli da affrontare, per esempio in caso di fuga, possono sganciarsi le une dalle altre e disperdersi in cielo. A causa di ciò, se si visita una città di gnomi a distanza di anni, potreste non trovare gli edifici negli stessi luoghi.

Navi volanti
Le navi volanti iniziarono ad essere create ed usate ben prima dell’Ascesa. Già gli gnomi delle alte colline avevano sviluppato i dirigibili e le mongolfiere ad aria calda e alcuni maghi avevano creato piccoli mezzi aerei grazie all’utilizzo della magia. Fu circa 50 anni fa che iniziò il vero e proprio sviluppo delle navi volanti come le conosciamo, quando l’imminente cataclisma costrinse le varie razze a trovare nuovi mezzi di sopravvivenza e locomozione. Fu in questo periodo che nacquero le prime navi con vele solari e si diffuse l’utilizzo dell’Argon per sostenere navi di grandi dimensioni.
Le navi sono strutturate molto spesso per potersi muovere anche sull’acqua o comunque per poter galleggiare (questo per permettere di ammarare nel caso di mancanza di combustibile). Le città degli gnomi sono di fatto un agglomerato di navi volanti ad aria calda.

Le principali tipologie navi volanti possono essere riassunte nel modo seguente dividendole per tipologia di locomozione.

Navi a vela solare
Navi di taglia enorme o mastodontica di solito non superiori ai 30-40 metri di lunghezza. Assomigliano alle caravelle e possono avere uno o più alberi. Le vele sono caratterizzate da una fitta rete di colore opaco in grado di catturare l’energia solare e sono disposte sempre ortogonalmente alla direzione del sole. Il tessuto a rete è pensato per non opporre resistenza in maniera troppo sensibile al vento che ne influenzerebbe la rotta. Sono di invenzione elfica (si intende gli elfi imperiali e non gli elfi selvaggi) e possono essere messe sulle navi con incantesimo levitazione permanente. Rispetto alle normali vele offrono una velocità superiore di "2 quadretti" (D&D4E).

Nave con motore ad Argon
Le navi Mercantili e militari più capienti e pesanti utilizzano preferibilmente l’argon come mezzo di locomozione, la sala motrice della nave è isolata dal resto a causa dell’alta tossicità di questo materiale.
Grossi motori muovono la nave e dei motori stazionatori ne permettono la levitazione. Nelle navi più piccole con motori meno potenti la levitazione può essere integrata con supporti magici di sicurezza. Le navi militari ad Argon hanno reso obsoleta ogni nave volante di vecchia concezione tanto che le città imperiali più grandi stanno creando sempre nuove corazzate o incrociatori ad Argon. Per fare una stima le navi militari ad Argon sono 10 volte più pericolorse di una nave della stessa dimensione. Unico handicap è la produzione di argon sufficiente per supportare una flotta di grandi dimensioni, tanto che a Nimphea si sta progettando la conversione di un'isola agricola a prodruttrice di Argon.

Navi con levitazione
Le scialuppe di salvataggio tendono ad avere su di se un incantesimo permanente di levitazione per ragioni di sicurezza, molte sono equipaggiate con remi magici o con una piccola vela montabile.
Anche le piccole imbarcazioni sotto la decina di metri tendono ad utilizzare un incantesimo di levitazione con altri strumenti di locomozione che utilizzano vele per imbrigliare l’aria o remi magici.

Navi a propulsione magica
Non sono molte le navi con un incantesimo persistente di volare a causa dei costi per il loro realizzo, di solito sono navi molto piccole visto che il costo è proporzionale alla dimensione. Tuttavia rispetto alle navi ad argon, hanno autonomia illimitata (escluso cibo ed acqua per l'equipaggio si intende).

Note: Nei vari articoli del blog troverete descrizioni più particolareggiate delle navi caratteristiche delle varie città di Hicaro. Troverete inoltre anche descrizione di come alcuni regni minori abbiamo preferito preservare le loro città facendole galleggiare sull'acqua, un modo sicuramente meno dispendioso di denaro.
Per accedere a tutte le statistiche 4E dei veicoli pubblicati clicca qui.
Per accedere alla HR 4E sulla costruzione dei veicoli volanti clicca qui.