Glossario

  • Acquaverde: comunità libera di Elden sopravvissuta all'innalzamento delle acque, organizzatasi con barche, zattere e abitazioni anfibie. E' caratteristica per la sua forma a ferro di cavallo.
  • Alemora: una delle principali città imperiali umane (la sua struttura ricorda vagamente Siena)
  • Aquarion: lingua dei Namor, può essere parlata solo se si è dotati di branchie.
  • Arborea: è la principale città elfica appartenente all'impero. Al suo centro c'è ancora vivente il Grande Albero, patrimonio della razza elfica.
  • Arco: Città volante dell'impero geograficamente vicino alla città di Vertere. E' abitata sia da elfi ed umani che vivono in armonia.
  • Argon: è il materiale magico tossico utilizzato come combustibile per le torri di sollevamento e le navi militari imperiali.
  • Argonholma: annusatori di argon. Sono elfi imperiali maghi della città di Celestia che studiano a fondo le proprietà dell'argon e ne traggono vantaggio.
  • Atheste: piccola città imperiale con una flotta navale scarna, ma dotata di un potente sistema difensivo, un castello volante.
  • Divinazione: scuola di magia presente nelle città imperiali di Nimphea e di Alemora. Tali maghi sono credenti e sfruttano i loro poteri per predire il futuro positivamente o negativamente.
  • Elden: prima dell'avvento del mondo di Hicaro era tutto, oggi, nel 48 N.E., quando si parla di Elden ci si riverisce al mondo di superficie.
  • Eletti: sono i nobili imperiali, molti di loro per distinguersi dai borghesi hanno delle ali create magicamente sulla schiena.
  • Elfi imperiali: Sono gli elfi dell'impero che si sono abbituati a vivere nelle città volanti ed hanno dato vita alla mutazione che ha reso i nobili esseri alati.
  • Elios: è la città dirigibile degli gnomi. Gli gnomi di elden invece che sollevare una città volante, sono saliti in cielo con moltissime navi volanti. L'unione di queste navi ha dato vita a Elios.
  • Elladan: significa Freccia elfica e si riferisce ad un figlio della foglia cavaliere dei draghi. Il figlio della foglia è in simbiosi con un drago verde e assieme a lui combatte l'impero di Hicaro, in particolare le navi degli elfi imperiali.
  • Figlio della foglia: gli elfi selvaggi si fanno chiamare in questo modo.
  • Ghetto: I nani sopravvissuti all'invasione del Massiccio di Thor'hur sono stati accolti ed ospitati nelle città imperiali umane in quartieri chiamati Ghetti.
  • Grande Albero: si trova ad Arborea ed è una scintilla di dio donata agli elfi, custode del sapere e della tradizione elfica.
  • Guerra degli eletti: è stata la guerra civile scoppiata per accapparrarsi un posto nelle città volanti per sfuggire alle acque.
  • Hicaro: con questo termine si intende tutto ciò che sta in cielo, in particolare le città volanti imperiali e la città degli gnomi. Viene spesso usato per distinguere l'umanità eletta dall'umanità rimasta sulla superficie.
  • Imperiale: per imperiale si può intendere sia un cittadino dell'impero e sia la lingua parlata su Hicaro che sostituisce il "comune".
  • Impero: il vecchio mondo di Elden aveva un unico grande impero circondato da terre selvagge e da alcuni regni liberi. Oggi nel 48 N.E. per impero si intende ciò che resta dell'impero, ovvero le 14 città volanti più le numerose isole volanti agricole.
  • Kaphet: potentissimo artefatto magico messo a punto dalla gilda dei maghi di Donm con lo scopo di sciogliere i ghiacci. L'artefatto è ancora attivo e fino a che non verrà distrutto le acque continueranno a coprire tutto.
  • Massiccio Thor'hur: nato come montagna volante per la comunità nanica dell'impero, fu invaso dai draghi del fuoco ed ora fluttua come una pericolosa minaccia agli estremi confini dell'impero.
  • Namor: comunemente chiamati Elfi del mare, ma propriamente elfi non sono, vivono in città sottomarine e commerciano con alcune città imperiali. (il nome è un omaggio ad un popolare eroe dei comics)
  • N.E.: sta per Nuova Era. Il nuovo calendario conta gli anni dall'ascesa in cielo della prima città volante, Ninphea la capitale imperiale. Oggi siamo nel 48 N.E.
  • Ninphea: Prima città volante e capitale dell'impero. (la sua struttura ricorda vagamente l'antica Roma).
  • Pestrineri: è una gilda di ladri anarchici che hanno come scopo l'abbattimento delle classi sociali. Hanno sede nella città di Vertere.
  • Portolibero: comunità libera di Elden sopravvissuta all'innalzamento delle acque, governata da Rebecca Vellomoro, una sadica criminale attempata.
  • Rete: è una corporazione di spie che ha la sua testa a Nimphea ma diramazioni in ogni città dell'impero. Il suo capo si fa chiamare Maestro dei Burattini.
  • Surreno: è la lingua parlata nei Tre regni del sud.
  • Torri di sollevamento: sono le torri che permettono alle città imperiali di volare.
  • Ultimo custode: è il sommo saggio della città elfica di Arborea, colui che al termine della sua cerca del destino si unirà al Grande Albero condividendo con lui il suo sapere e la sua forza vitale.
  • Varyanobili elfi della città di Arborea che hanno intrapreso la carriera militare elevandosi a protettori del Grande Albero e del consiglio dei Concordi.
  • Vertere: una delle principali città imperiali umane (la sua struttura ricorda vagamente Venezia).